Cosa bisogna imparare dalla convivenza

Imparare dalla convivenza? Cosa bisogna “imparare”?

Da circa due mesi è iniziata questa nostra avventura di convivenza. Abbiamo già avuto modo di sperimentare alcuni aspetti (positivi e negativi…) della vita di coppia “day by day”. Stando insieme da più di 3 anni, e avendo vissuto da solo nel mio piccolo appartamento praticamente dall’inizio della storia, sono stati parecchi i momenti e le possibilità di prendere in considerazione questo passo. All’inizio si è trascinati dall’euforia del cambiamento che viene pian pianino smussata dalla consapevolezza che andare a convivere comporta dei costi iniziali non indifferenti. Ho deciso quindi di scrivere due righe con alcune motivazioni, suggerimenti e indizi per invogliare e capire se la scelta che abbiamo fatto noi fa anche al caso vostro, oppure se no è ancora giunto il momento.

Comunicazione → Aspetto principale per il quieto vivere. Comunicare, comunicare e ancora comunicare. Naturalmente in una comunicazione efficace importante è l’ascolto, quindi comunicate e ascoltate. Arrabbiatevi, chiedete, parlate. Anche solo chiedere com’è andata la giornata per me è importante. Bisogna lavorarci su (noi ci stiamo impegnando) e non è semplice. Siate collaborativi.
separatore1

Il bagno → “Un bagno a testa, così non vengono fuori problemi o scuse! Va bene?” La frase migliore per indicare questo punto. Entrambi ci siamo trovati d’accordo senza bisogno di trovare alternative. Vero che un bagno singolo equivale a più spazio dedicato alle altre stanze. Magari la maggior parte delle volte è più largo / spazioso. Ma volete mettere il paragone con due bagni separati, magari agli angoli opposti della casa per evitare “rumori molesti”, magari entrambi con la doccia? Io un bagno, lei l’altro. In quello più spazioso la lavatrice con il cesto della biancheria, mentre quello più piccolo l’arredamento (scelto da lei 😉 ) adatto ad un eventuale ospite.

Naturalmente due bagni vuol dire doppio delle pulizie, ma con un pò di sana collaborazione si sopravvive senza problemi. Siamo entrambi cresciuti in case grandi con i doppi servizi, quindi…!separatore1Il telecomando → Personalmente non nutro particolare simpatia per la tv spazzatura, per i reality show, per Maria de Filippi, per le serie TV, per il canale Real Time… Guardo la tv solo per ascoltare la musica. Un paradosso? Non proprio…è più comodo accendere la tv e mettere su MTv che accendere il computer e andare su youtube (per me naturalmente). Quindi la questione telecomando si riduce ad una frase: finché non c’è nulla che mi interessa vedere alla tv, fai come ti pare. Nel momento in cui danno qualcosa di interessante possiamo parlarne. Detto ciò… Al momento il possesso del telecomando non è argomento di discussione!

facebook_1466764253849separatore1Capelli, peli, doccia e lavandino → C’è chi perde capelli, chi peli, chi entrambi, chi riempie la spazzola… Purtroppo è inevitabile! Io ho (avevo) una barba hipster simil Bin Laden, le donne hanno la capacità di disseminare capelli ovunque, qualsiasi stagione dell’anno. Non esiste soluzione, purtroppo. Basta solo mettersi di buona volontà e ogni 3 / 4 giorni passare l’aspirapolvere o pulire docce e lavandini vari.separatore1Convivenza ≠ solo per un pò… → Purtroppo alcune persone hanno questa visione … Se vai a convivere non è come sposarsi. Prima o poi ti stufi, non sei sicuro che duri ecc. Non sono d’accordo. Per noi la convivenza è stato un bel passo, non troppo complicato dato il background comune, ma comunque non semplice. Spazi comuni e condivisione di diritti e doveri personali può portare a discussioni e fraintendimenti, ma chi ciò non implica un deterioramento del rapporto. Bisogna scendere a compromessi, e a me è piaciuto. La convivenza per me sta già trasformando il nostro rapporto in meglio. Impari a conoscere il tuo partner in un modo tutto speciale.

 

Penso di aver detto molto! 🙂

Se vuoi scriverci per consigli, opinioni, suggerimenti o altro ti rimando ai commenti qui sotto, oppure alla pagina dei contatti!

Ciao ciao

Matteo


Precedente Pianificazione arredamento Successivo Acquisti elettronici / tecnologici per la casa | AGGIORNAMENTO